È una speciale via dello yoga elaborata da Swami Satyananda prendendo spunto da un'antica pratica tantrica chiamata "nyasa" (letteralmente "portare la mente su un punto), il cui obiettivo è infondere una consapevolezza molto elevata nelle varie parti del corpo. La pratica è molto semplice:con abiti comodi ci si sdraia a terra sul tappetino in" shavasana" (supini rilassando completamente il corpo) in un ambiente tranquillo, lontano da interferenze esterne che possono disturbare la pratica. Rimanendo in questa posizione l'insegnante con la voce guida il praticante a portare la mente in modo molto analitico alle varie parti del corpo. Ci si rilassa profondamente arrivando a uno stato fra la veglia e il sonno. Si appare addormentati, ma in realtà la coscienza lavora ad un livello di consapevolezza più profondo. Si percepisce una sensazione d'intenso relax. Gli effetti sull'organismo sono benefici. Rallentamento del metabolismo, diminuzione del battito cardiaco e della frequenza respiratoria, aumento delle attività delle onde alfa nel cervello. Una sola ora di Yoga Nidra può equivalere fino a 4 ore di sonno naturale.